24ore 2009

24 ORE DI MENDRISIO FINALE LIGURE 
 

Quattro giorni e 24 intense e lunghissime ore sono arrivate alla conclusione, quando sul crinale di Melano, paradiso verde che sovrasta l'azzurro del lago di Lugano, hanno finalmente fatto ritorno (alla una di notte) i 12 ragazzi svizzeri del Boboteam, partecipanti dell'edizione 2009 della 24H di Finale Ligure.

 

...ma prima di parlare di gara e classifiche è bene ribadire che ciascuno dei 12 del Boboteam che in questi quattro giorni appena trascorsi hanno pacificamente invaso l'altopiano delle Manie a Finale ha conquistato la sua personale vittoria, quella di esserci, e vivere un evento unico nel suo genere.

 

Questi i 12 Crononauti:

Bobone, Bobina, Alain, Paskal, Maya, Laura, Paolo, Pablo, Dani, Chris, Dario e Sara.

 

Dopo una partenza dal Ticino piena di sorprese come l’intervento dell’omino TCS martello munito, colonna di 1 ora a Varese, pause tecniche ai bordi dell’autostrada per riparazioni volanti e dispersi vari lungo il tragitto… Da giovedì pomeriggio musica, buon cibo e tante iniziative hanno tenuto occupati i concorrenti ed i loro accompagnatori.

Giovedì pomeriggio è stato montato il meraviglioso campo base e in serata c’è stata la visita di Finale Ligure con cena e gelato.

Venerdì mattina sono stati fatti due giri di ricognizione del percorso. Diverse le opinioni: c’era chi iniziava ad esaltarsi e chi invece a preoccuparsi…

 

Il percorso lo si potrebbe descrivere in due modi…

Descrizione del Bobone: si inizia con un dolce saliscendi nel bosco per continuare con una bellissima discesa in singletack nella quale puoi lasciare andare veloce la bici perchè non ci sono pericoli. Segue un breve falsopiano prima della discesa fighissima che ti porta all’arrivo dopo 25 minuti di percorso! Il percorso è molto panoramico, si vedono sentieri da downhill da tutte le parti. Bobina andiamo a Finale Ligure a fare freeride?

 

Descrizione Bobina: prima un estenuante saliscendi nel bosco, poi una discesa molto tecnica in un sentiero strettissimo e martoriato con spine a destra e sinistra (per info chiedere ad Alain che le ha viste da vicino), poi una salita con degli strappi che sono la morte in diretta e che spesso obbligano a scendere dalla bici e spingerla, poi un giro attorno alla montagna passando in un sentiero che se ti scivola la ruota finisci 10m sotto e per finire una discesa con curve a gomito così strette che ti chiedi se la bici non si incastra passando da lì… per poi arrivare all’arrivo dopo 40 minuti interminabili. Il percorso è molto panoramico, in diversi punti si vede il mare e calette stupende per fare il bagno. Bobone andiamo a Finale Ligure al mare?

 

Nel pomeriggio di venerdì poi c’è stata la discesa al mare con relativo bagno e doccia (visto che quelle all’accampamento non erano ancora operative e i 12 crononauti iniziavano a puzzare dopo 2 giorni senza una doccia…). Dopo una veloce spesa il Boboteam ha dato il suo meglio alla griglia, grazie al magnifico cuoco Alain.

 

Sabato alle 14, Dario ha iniziato l’ avventura lunga quanto un giorno, con una folle partenza in stile "Le Mans", che comporta 400 metri di corsa a piedi prima di inforcare la bici. Poi uno alla volta hanno seguito tutti gli altri 11 boboteamiani.

 

Aggirandosi tra i prati dove erano stati allestiti i coloratissimi campi dei vari team era possibile incontrare di tutto, dai piccoli spazi improvvisati di chi era venuto da lontano a delle vere e proprie cittadelle con tanto di cucina da campo, gazebo e karaoke. Per tutta la notte i partecipanti che non erano a pedalare sul percorso e i loro accompagnatori hanno fatto da cornice alla gara con la loro allegria, con i fuochi sempre accessi che hanno cotto tonnellate di carne alla brace e scaldato migliaia di caffettiere e soprattutto con i mille modi di vivere un evento come la 24H di Finale.

 

Ritornando alla gara si può ricordare qualche episodio quale la foratura di Laura e Pablo e qualche piccola caduta (tranquilli niente di grave per nessuno) per Alain, Maya, Paskal e Pablo. Stranamente quest’anno a Chris non è successo niente!!! E Pablo ancora… che ha cercato di girare di notte praticamente senza luci, da qui la pianta presa sul cranio protetto dal casco fortunatamente… E come non menzionare i tempi da supereroe del Bobone che girava in 25min (media della squadra circa 35min).

 

Il tempo è stato clemente, con un sabato non troppo caldo e una notte non eccessivamente umida, ma con una domenica resa incandescente dal sole che brillava nel cielo, ennesima difficoltà per i concorrenti già duramente provati.

 

E per finire ecco le impressioni dei partecipanti:

 

“Grazie a tutti per i 4 giorni passati in compagnia, anche se il mio primo giro non lo dimenticherò tanto presto”

 

“Vi mando anche un caro GRAZIE del cuore. Mi sono veramente “éclater” con questo percorso, tanto fatica, un bel po’ di adrenalina e anche di paura. Gli organizzatore hanno saputo portare un bel spirito a questa gara. Anche nostro spirito e impegno e stato bello e motivante.  Un GRAZIE a tutti ma anche e principalmente al Bob per il bel spirito che ha saputo creare e mantenere.

Questa mattina, ero ancora in piena trance, musica piena la testa, la mente ancora nelle curve, discese e salite, ma anche polvere e un sacco di graffi sulle gambe (ne ho ancora scoperto altri…).”

 

“Grazie a tutti per la magica avventura, e soprattutto al Bobone che ha reso possibile tutto ciò”

 

“Ottima squadra quest'anno.

Ottima compagnia.

4 giorni da urlo!

3 notti DA PANICO!

24 ore di polvere.”

 

“Grazie...a tutti per l'ottima ed allegra compagnia! Malgrado la stanchezza ....rifarei senza dubbio l'esperienza 24h di Finale Ligure.”

 

“Mi aggrego anch' io ai ringraziamenti per l'ottima compagnia, grande prestazione e gran divertimento!!”

 

“Un grande grazie per l’ottima compagnia e la grandissima prestazione… “

 

"Dopo tutti questi ringraziamenti rimane poco e tanto da scrivere ;-)

 

Dunque…………………………………………………………………….

 

GRAZIE …………………………………………………………………..

 

Grazie a Patrick per l’organizzazione (sempre impeccabile) dell’evento e per avermi permesso di spingere al di la i miei limiti (e il mio livello di adrenalina).

Grazie a Chris, Dani, Dario, Laura, Maya, Pablo, Paolo, Pascal, Patrizia e Sara per il vostro(a) sostegno, spirito, dinamismo e simpatia.

Grazie di cuore per il bel regalo che mi avete fatto e non vedo ora di inaugurarlo tutti insieme. Ho già messo lo spumante al fresco.

 

Questi 4 giorni con voi mi hanno permesso di vivere dei momenti forti che mi danno la carica per resistere maggiormente hai problemi della vita che sto e stiamo vivendo attualmente.

 

Durante il primo giro

Gran fatica ho fatto

 

Il secondo giro notturno

È stato del tutto MAGICO

 

Dopo il terzo giro

Avevo una sola idea sotto il casco

 

A l’anno prossimo per finale 2010"

 

 

 

 

WALL OF FAME

 

DOC
CK

DOC
BOBINA

DOC
AL

DOC
MAYA

DOC
DANI

DOC
PABLO

DOC
POL

DOC
CX

DOC
LAURA

DOC
PASKAL

DOC
DA RIO

DOC
SARA